Feature

Dream Machines DM1 FPS 7

La nota azienda polacca Dream Machines da pochi mesi ha commercializzato un nuovo mouse da gaming della serie DM1. Oggi andremo ad analizzare il Dream Machines DM1 FPS. Il nuovo DM1 FPS non è un vero e proprio upgrade del già conosciuto DM1 PRO S ma offre un nuovo sensore (già conosciuto) PMW-3389 con gli ormai standard 12.000 DPI, una retroilluminazione RGB, inversione di tendenza degli switch principali con degli Huano al posto degli Omron, software di gestione e altre piccole modifiche che vedremo nel corso di questa nuova recensione.

Feature

Fallout 76 intro

A distanza di circa un mese dall’uscita, in attesa anche di alcune patch che hanno migliorato finalmente l’esperienza di gioco, andiamo ad effettuare una breve recensione del nuovo titolo di Bethesda; Fallout 76. Bethesda con Fallout 76 rimane sulla scia di gameplay e storia dell’intera serie Fallout. Fallout continua ad essere un action-RPG su base MMO. L’Open World Survival Fallout 76 purtroppo impiega il medesimo motore grafico di Fallout 4, il Creation Engine. Un motore grafico ormai obsoleto (del 2011) che come leggeremo più avanti non riesce ad offrire un comparto grafico all’altezza di un gioco tripla A. Uno dei pochi aspetti positivi di questo nuovo titolo è sicuramente il Multiplayer dove finalmente avremo modo di creare piccole lobby con amici o conoscenti e riuscire a completare più velocemente le numerose missioni e sub quest. Non solo, potremo perlomeno interagire e non sentirci completamente abbandonati ad un mondo virtuale già di per se spoglio e martoriato dove sono presenti pochissimi NPC e ‘’moltissimi’’ zombie/mutanti.


Fallout 76 1

Fallout 76 è come molti ormai sanno il prequel dei precedenti giochi di Fallout. Ambientato nel 2102, ben venticinque anni dopo che una guerra nucleare ha devastato la Terra (Fallout 4 – 2077). Nel gioco saremo un residente del Vault 76, un rifugio antiatomico costruito nel West Virginia per ospitare le migliori e più brillanti menti americane, come potremo ascoltare durante il filmato introduttivo, che avranno il compito di ripopolare e ricostruire il mondo ormai semidistrutto. Inizieremo svegliandoci in ritardo e saremo l’unico umano attualmente presente. Il Vault 76 sin dai primi giri interni ci mostra addobbi e atmosfera durante il "Reclamation Day", per partecipare alla ricolonizzazione della Wasteland. Una volta creato il nostro personaggio e trovato e indossato il nostro utilissimo e immancabile Pip-Boy saremo pronti ad uscire dal Vault 76 per iniziare la nostra ‘’Mission’’ (in primis ricongiungerci con gli altri membri del Vault 76) in questo Open World tra i monti Appalachi.

Fallout 76 4

Fallout 76 5


Fallout 76 6

Fallout 76 7

Fallout 76 risulta essere il primo gioco Open World multiplayer online di Bethesda. Sicuramente un passo in avanti per Bethesda rispetto all’ultimo Fallout 4. Essendo un Open World avremo possibilità di visitare qualunque luogo anche in cerca di armi, viveri e tutto ciò che ci possa tornare utile per rimanere in salute e pronti a ingaggiare con zombie/mutanti il più delle volte armati anche loro. Ricordiamo inoltre che non dovremo lootare come se non ci fosse un domani ogni cosa raccoglibile ma pensare a come meglio riciclarla e/o craftarla assieme ad altro. La pena sarà essere troppo pesanti e limitarci nei movimenti e compiti da svolgere. Fallout 76 sfrutta una connessione ad Internet necessaria a poter comunicare con i server di gioco. Avremo tuttavia la possibilità di proseguire la storia anche in Singleplayer ricordandoci però della totale assenza di NPC umani. 

Fallout 76 8

Un altro aspetto caratteristico di Fallout 76 è il sistema di shooting assistito S.P.A.V., che richiama alla memoria Fallout 3, seppur totalmente diverso nel nuovo per una questione di dinamiche di gioco.

Fallout 76 9

Fallout 76 10

Fallout 76 11

Come dicevamo poco fa la possibilità di esplorare ogni anfratto e luogo ci darà la possibilità di raccogliere ogni oggetto possibile anche in previsione di creare il nostro C.A.M.P. (avamposto trasportabile) oltre che di craftare armi, armature vista a volte la precoce usura delle stesse. Naturalmente il tutto avrà un costo. Costo che verrà espresso in tappi, la valuta virtuale di Fallout.

Fallout 76 12

Fallout 76 13

Ulteriore aspetto di Fallout 76 è il level up del personaggio che avverrà con il completamente delle missioni primarie e secondarie e si contornerà dei punti abilità da poter investire su una delle caratteristiche S.P.E.C.I.A.L.. Sul binario parallelo viaggiano anche le carte che sono dei veri e propri perk attivi/passivi che andranno a migliorare una determinata abilità del personaggio. Esempi sono il Carisma, la Resistenza, la Forza, l’Intelligenza, l’Agilità, la Percezione e così via. Il numero di carte nel gioco è quasi ‘’infinito’’. Queste inoltre possono essere fuse a doppioni per farle salire il livello a scapito però del costo. La scelta di una determinata carta permetterà anche di agevolare il completamento di determinate missioni.

Ricordiamo anche che nell’ultimo update è stata introdotta la possibilità di regolare finalmente il FoV (Field of View) da un minimo di 70 ad un massimo di 120. In questo modo l’esperienza di gioco/visual cosi come quella di ‘’mira’’ ne gioverà sicuramente.


Fallout 76 2

 

Fallout 76 3

Partiamo con il dire che abbiamo atteso qualche settimana in più proprio in previsione di una delle ultime patch/aggiornamenti che ha, non dico, risolto la totale situazione di Fallout 76 ma sicuramente migliorato alcune cose. Di base però la grafica offre texture molto basilari anche con impostazioni al massimo. I riflessi allo stesso modo sono quasi inesistenti e passatemi l’espressione sembra di essere il più delle volte in uno slow rendering a seconda di dove guardiamo. Le ombre sono discrete.

Fallout 76 14

Fallout 76 15

Fallout 76 16

Purtroppo la quasi totalità di questi problemi del comparto tecnico è imputabile al motore grafico Creation Engine ormai con i suoi anni alle spalle.

Tutto sommato però la fluidità non viene intaccata anche perché Bethesda si è concentrata a tenere un Frame Rate cappato e costante (circa 70 FPS) che potrebbe o è un aspetto a ‘’doppio taglio’’.

Passando all’audio del gioco non c’è molto da dire. Non abbiamo musiche di sottofondo e il tutto si svolge in un silenzioso totale salvo effetti sonori di armi, oggetti, nemici.


silver new

Gameplay 4 stelle Lento il giusto ma molto limitante il più delle volte.
Multiplayer 4 stelle Assolutamente deprimente in solo. Una Lobby da quel tocco in più per poterlo capire e giocare al meglio.
Grafica e Audio 3,5 stelle Grafica abbastanza basilare e elementi tecnici. Purtroppo il motore grafico è sempre lo stesso. ‘’Audio non contemplato’’ per l’esperienza di gioco.
Longevità 4 stelle Il numero di missioni e sub quest è buono. Si spera in un minimo di follow up da parte di Bethesda nel corso degli anni.

Giungiamo dunque alla fine di questa breve recensione di Fallout 76. Dopo diverse settimane di gioco di Fallout 76 possiamo affermare con certezza che seppur il titolo si rivolge agli autentici fan della serie può trovare spazio in coloro che amano il genere e il gioco di squadra. Fallout 76 con l'introduzione del Multiplayer dà quello spiraglio per non dire la richiesta necessaria ad apprezzare al meglio il nuovo titolo a meno di non accettare la storia apprezzabile in Singleplayer. Complessivamente non vediamo novità rispetto ai precedenti titoli se non per quelle poche caratteristiche di abilità e build. Anzi in ottica Multiplayer sono state modificate o rimosse molte caratteristiche hanno reso Fallout 3 e Fallout 4 degli apprezzabili successi.

Fallout 76 sul comparto prestazionale e grafica è nato sicuramente già martoriato ma sembra che Bethesda stia cercando di fixare il prima possibile il tutto (vedasi l'ultima patch) seppur il maggior difetto risiede sempre nel motore grafico Creation Engine ormai non sostenibile in giochi Next-Gen e giochi di un certo spessore.

Attualmente Fallout 76 può essere acquistato ad un prezzo di circa 17 € sugli ormai famosi siti di keys rispetto al prezzo pieno di circa 60 € dello store ufficiale. A questo prezzo anche se non siete fan della serie potreste comunque provarlo e giocarlo magari in compagnia.

Pro

  • Buon numero di missioni e sub quest
  • S.P.E.C.I.A.L
  • Da giocare con Amici 
  • Buona narrativa/storia

Contro

  • Comparto Grafico
  • Limitazione NPC
  • Abbastanza monotono

Si Ringrazia Bethesda per la Key fornitaci.

Tommaso Mele

 

Commenta sul forum

Feature

Drevo BladeMaster TE 7

Torniamo a parlarvi dei prodotti Drevo con l’ultima sua creazione in ambito tastiere meccanica. Oggi abbiamo modo di recensire la nuovissima tastiera meccanica da gaming con retroilluminazione RGB BladeMaster TE (Tournament Edition). La serie BladeMaster si compone del modello TE (oggi in esame) e del modello PRO. Se il primo modello risulta completamente cablato il secondo differisce per la possibilità di sfruttare la tastiera anche senza fili (come la Calibur). Altra, per qualcuno, importante differenza risiede nell’adozione di switch meccanici CHERRY MX per la PRO e di switch meccanici Gateron per la TE oltre ad una colorazione Grigia per la PRO e una colorazione Nera per la TE. All’atto pratico, per chi ha ormai abbastanza esperienza di tastiere meccaniche, la differenza è minima e dunque le ‘’prestazioni’’ in game oltre all’affidabilità e qualità sono le medesime. La BladeMaster si caratterizza anche per la presenza del Genius-Knob, una rotella fisica personalizzabile tramite software di gestione con numerose funzioni che vedremo nel corso di questa recensione.

Feature

Cooler Master CK550 7

Cooler Master ritorna nuovamente nel settore delle tastiere da gaming di tipo meccanico con la nuova CK550. Tastiera meccanica con retroilluminazione RGB, nuovo design, switch meccanici Gateron (Red, Blue o Brown) e interfacciabile al già conosciuto software di gestione Cooler Master Portal. La nuova CK550 va dunque ad affiancare i modelli della già collaudata e affidabile serie MasterKeys. Cooler Master con la serie CK a mio avviso andrà a dare maggior spazio nella scelta di un prodotto pur sempre affidabile e di qualità ma con un maggior riguardo e occhio al prezzo. Infatti il prezzo a cui viene proposta la Cooler Master CK550 è di circa …… Lo scoprirete solo leggendo la recensione.

Feature

Razer Huntsman 8

Huntsman, questo è il nome dato alla nuova tastiera da gaming Opto-Meccanica sviluppata da Razer, uno dei brand leader nelle periferiche da gaming. La nuova Razer Huntsman come avete ben letto è una tastiera Opto-Meccanica in quanto adotta non i classici switch meccanici o a membrana ma dei nuovi switch ibridi che promettono di ridurre i tempi di attuazione fino al 30% in meno rispetto una classica tastiera meccanica e di aumentare la durata media. La Razer Huntsman viene commercializzata in due modelli. Il modello base che oggi andremo ad analizzare e il modello Huntsman Elite che si dota in più di tasti multimediali dedicati e di un poggiapolsi anch’esso retroilluminabile grazie al sistema Razer Chroma. Scopriamola meglio in questa recensione.

Feature

Trust GXT 180 Kusan 7

Quest’oggi andremo ad analizzare un altro prodotto di Trust e più precisamente della divisione Trust Gaming. Stiamo parlando del nuovo gaming mouse Trust GXT 180 Kusan. Un mouse co-sviluppato insieme agli Epsilon eSports, uno dei team professionisti più forti e conosciuti al mondo. Il GXT 180 Kusan offre sin da subito un design semplice completato però da una retroilluminazione di tipo RGB per avere un tocco in più di personalizzazione. Le prestazioni sono garantite da un sensore ottico Pixart PMW-3325 da 5000 DPI. Trust per il GXT 180 Kusan fornisce anche un software a corredo scaricabile liberamente con cui si potrà personalizzare meglio sia i 5 tasti programmabili sia le altre impostazioni del mouse stesso. Non manca una memoria On-Board che ci permetterà di salvare ogni personalizzazione. Vediamolo meglio in questa recensione.

Feature

Rapoo VPRO V720S 26

Come tutti i maggiori brand di periferiche da gaming che hanno già da tempo integrato l’illuminazione RGB nei propri prodotti, così anche Rapoo ha immesso sul mercato alcune recenti periferiche con tale caratteristica. Quest’oggi daremo uno sguardo alla tastiera meccanica da gaming Rapoo VPRO V720S. Dotata di retroilluminazione RGB con numerosi effetti preimpostati, poggiapolsi removibile e relativo software di gestione con cui personalizzare maggiormente la retroilluminazione dei singoli tasti o modificare l’assegnazione funzionale standard degli stessi. Secondo voi ci avrà convinto?  

Feature

Super Inefficient Golf XH

34BigThings giovane software house e realtà italiana dopo il notevole successo di Redout ha da pochi mesi presentato un suo nuovo capitolo questa volta dedicato al golf. Parliamo di Super Inefficient Golf un simpatico e divertente videogame basato sul golf con la particolare caratteristica di dover imbucare le palline non più con le classiche e ‘’obsolete’’ mazze di metallo o legno ma bensì con delle mine. Da qui l’aggettivo ‘’Inefficient’’ aggiunto al nome del titolo. Siete dunque pronti a fare fuoco e provare a imbucare al primo colpo la pallina?

Feature

Patriot Viper V770 37

Della serie Viper Gaming di Patriot abbiamo in passato già analizzato diversi prodotti, tra cui l’ultimo è stato l’headset da gaming 7.1 Patriot Viper V370 (QUI la recensione). In seguito Patriot ha allargato ulteriormente la gamma di periferiche da gaming con diverse tastiere di tipo meccanico e retroilluminazione RGB, giusto per non uscire dal trend attuale. Oggi andremo ad analizzare la tastiera di tipo meccanico RGB Patriot Viper V770. La Patriot Viper V770 è attualmente la Top Gamma della linea e presenta alcune tra le più comuni caratteristiche oggi richieste in ambito Gaming. Retroilluminazione RGB per singolo tasto, numerosi effetti di luce personalizzabili, software di gestione per gestire e personalizzare la tastiera al meglio, tasti multimediali, tasti Profilo, 5 tasti Macro dedicati e non da meno un poggiapolsi magnetico con relativa retroilluminazione ‘’sincronizzabile’’ a quella della tastiera. Insomma la Patriot Viper V770 promette essere una tastiera meccanica solida e affidabile al giusto prezzo.

Feature

Cooler Master MasterPulse MH320 25

Come per la serie di mouse MasterMouse anche la serie di cuffie/headset da gaming MasterPulse di Cooler Master è stata ampliata di recente con nuovi modelli; MasterPulse MH750, le MasterPulse MH530 e le MasterPulse MH320. Oggi andremo ad analizzare il modello base ovvero le MasterPulse MH320. Cuffie stereo con driver da 40 mm che offrono eleganza, qualità e comfort. Vanno a completare questo headset da gaming un prezzo d’acquisto molto aggressivo che permetterà all’utente finale di avere un prodotto dall’ottimo rapporto qualità/prezzo. Scopriamole meglio in questa recensione.

Feature

ASUS ROG Strix Fusion 500 31

Dopo l’interessante Headset 7.1 Surround ROG Strix Fusion 300, ASUS ha deciso di migliorarsi ulteriormente commercializzando il nuovo modello Top Gamma Fusion 500. Fusion 500 è il nuovo Headset da Gaming di ASUS con suono 7.1 Surround, retroilluminazione RGB, microfono digitale, driver da 50 mm ASUS Essence e integrazione di un DAC (ESS 9018) ed un amplificatore (ESS 9601K). Il comparto audio delle nuove ASUS ROG Strix Fusion 500 è stato notevolmente migliorato non solo e grazie a queste caratteristiche ma anche alla collaborazione e sviluppo con la Bongiovi Acoustics e relativa tecnologia Digital Power Station. Ciò ha permesso di ottenere un Headset da Gaming con un suono 7.1 Surround si virtualizzato ma esclusivamente Hardware. Le Fusion 500 infatti non necessitano di alcun software di gestione per poter offrire il top nella riproduzione sonora. Scopriamole meglio in questa recensione.

Feature

ASUS ROG Strix Flare 34

ASUS amplia ulteriormente la gamma di periferiche da gaming con la nuova tastiera meccanica ROG Strix Flare. Dopo l’ampio successo riscosso con il modello ROG Claymore, ASUS ci riprova con la Strix Flare. La ROG Strix Flare come vedremo nel corso di questa recensione non pecca di nulla. Ha davvero tutte le principali caratteristiche e risulta davvero una tastiera meccanica Top Gamma. Tra le principali caratteristiche che troveremo abbiamo una oramai immancabile retroilluminazione di tipo RGB per singolo tasto, switch meccanici CHERRY MX Red, badge con logo ROG più uno personalizzabile, poggiapolsi a richiamare il design della tastiera, set di tasti multimediali e molto altro ancora che scopriremo immediatamente.

Feature

Drevo Tyrfing V2 8

Di recente Drevo ha presentato la nuova versione (V2) della già vista ed analizzata Tyrfing (QUI la recensione). Tastiera da Gaming di tipo meccanico in formato TKL aggiornata con una retroilluminazione di tipo RGB per singolo tasto e relativi effetti e finalmente anche un layout di digitazione Italiano. La Drevo Tyrfing V2 offre un prodotto ottimo grazie a materiali di un certo livello tra cui un plate in alluminio ad un prezzo super interessante. Andiamo a scoprire meglio questo nuovo modello nella recensione odierna.

Feature

Cooler Master MasterMouse MM530 7

Cooler Master da sempre al passo con i tempi e con le richieste del mercato ha da qualche mese aggiornato nuovamente la gamma di mouse MasterMouse con due nuovi modelli. Il MasterMouse MM520 e il MasterMouse MM530. Il primo segue le orme ed il design dei compatti e validi Spawn e Xornet, quest’ultimo rinnovato e aggiornato da qualche anno con la versione Xornet II; il secondo invece aggiorna i modelli Alcor (sensore ottico) e Mizar (sensore laser). Il Cooler MasterMouse MM530 è un mouse da gaming ergonomico per utenti destrorsi in cui è stato implementato un sensore ottico Pixart PMW-3360 da 12.000 DPI. L’MM530 non manca di una retroilluminazione RGB a tre zone, una memoria on-board da 512KB, tasto/funzione TactiX (per raddoppiare il numero dei tasti) e la possibilità di essere gestito e personalizzato anche dal software Cooler Master Portal. Secondo voi ci ha convinto? Lo scopriremo in questa recensione.

Feature

SteelSeries Rival 600 8

SteelSeries ha di recente ampliato nuovamente la gamma di mouse della serie Rival con il modello 600. Il mouse SteelSeries Rival 600 risulta attualmente non solo il primo ad adottare una retroilluminazione RGB a 8 zone completamente personalizzabili ma ad introdurre per la prima volta anche un doppio sensore grazie al quale i videogiocatori potranno beneficiare di migliori prestazioni (tracciamento). In effetti, come leggerete anche a seguire, il Rival 600 adotta un classico sensore ottico primario TrueMove3+ da 12.000 DPI più uno secondario sempre ottico adibito esclusivamente alla regolazione del LOD (Lift-Off Distance). Se pensiamo anche al fatto di poter personalizzare il peso complessivo del Rival 600 tramite un set di pesi e un sistema davvero veloce di installazione potremo già dire di aver tra le mani uno dei migliori mouse da Gaming.

Feature

SteelSeries Apex M750 TKL 7

Tra la gamma di tastiere meccaniche di SteelSeries giunge dopo il primo e nuovo modello RGB SteelSeries Apex M750 anche il primo modello in formato TKL. Oggi andremo ad analizzare il modello SteelSeries Apex M750 TKL che altro non è la versione compatta della già conosciuta Apex M750. Il modello TKL differisce dal modello classico unicamente per le dimensioni. Le principali caratteristiche quali illuminazione RGB sincronizzabile ad altre periferiche SteelSeries Prism Sync, switch meccanici SteelSeries QX2 (switch Red), plate in alluminio, set di tasti multimediali e software di gestione SteelSeries Engine 3 restano invariati. Modello che al solito, viste le dimensioni, strizza l’occhio ai videogiocatori che cercano prestazioni e reattività in poco spazio.

Feature

Genesis Cobalt 300 00

Terminiamo per ora i prodotti ricevuti da Genesis con il Kit da Gaming Genesis Cobalt 300. Un Kit caratterizzato da quattro periferiche (tastiera a membrana, mouse, cuffie, mousepad) che risulta interessante per il prezzo di acquisto e per la possibilità di prendere sin da subito tutte le principali periferiche per i vostri primi games su PC. Avrete a disposizione dunque una tastiera a membrana con retroilluminazione multicolore dotata di tasti multimediali, un mouse con sensore ottico da 3200 DPI massimi e retroilluminazione personalizzabile tramite software, un mousepad di medie dimensioni in tessuto e un paio di cuffie stereo con driver da 40 mm e illuminazione multicolore.

Feature

Genesis Radon 600 20

Torniamo a parlarvi dei prodotti del brand polacco Genesis con uno dei modelli di headset da gaming della serie Radon. In questa recensione andremo ad analizzare il modello base Genesis Radon 600, headset da gaming con suono 7.1 virtualizzato. Dotato di un valido design e di una retroilluminazione di colore rosso che andrà a caratterizzare i padiglioni esterni e il LED del microfono di tipo flessibile. L’headset Genesis Radon 600 offre dalla sua anche un interessante prezzo che però vi sveleremo solo alla fine di questa nuova recensione. Vediamo dunque se questo headset da gaming è riuscito a convincerci o meno.

Sottocategorie

Show more post