Tags: nasbuffalogigabit lanlinkstationpro
01_bufnas_copertina

LinkStation Pro 1TB è un prodotto di Buffalo TECHNOLOGY che consente di condividere in rete i propri dati attraverso la linea Gigabit LAN. Dopo aver descritto e testato per voi le caratteristiche del  QNAP TS-259 Pro+, la redazione di XtremeHardware vi propone la recensione di un altro dispositivo di archiviazione  condivisibile in rete; il NAS LinkStation Pro prodotto da Buffalo.

02_bufnas_logo

Fondata sotto il nome di MELCO nel 1975 ed avente sede a Nagoya, Giappone, BUFFALO è leader nella produzione di Network Attached Storage,  lettori multimediali, router LAN wireless, unitò disco rigido per portatili e desktop oltre che una linea versatile di unità flash USB.

L’azienda dopo esser cresciuta nel proprio paese ha aperto delle filiali in tutto il mondo, da Taiwan agli Stati Uniti, passando da Germania, Francia, Paesi Bassi e Regno Unito.

L’azienda è stata leader mondiale del mercato dei NAS per ben quattro anni, dal 2005 al 2008 (fonte In-Stat).

Il successo di tali prodotti è dato dall’ottima qualità produttiva e prestazionale, seguita da un eccellente software installato all’interno dei propri prodotti.

Per maggiori informazioni sull’azienda vi rimandiamo al sito: http://www.buffalo-technology.com/about/

Caratteristiche tecniche & features

Analizziamo insieme le caratteristiche e le features di questo prodotto.

Il LinkStation Pro integra al suo interno un Hard Disk SATA da 1TB di capienza, dotato di un singolo piatto, aspetto che favorisce  la velocità di lettura e scrittura dei dati in quanto la superficie del disco ha una maggiore densità, rispetto ai tradizionali dischi a due piatti.

Il cuore di questo articolo è un processore operante alla frequenza di 1.6Ghz.

Tale dispositivo permette di condividere in rete file multimediali come ad esempio filmati o brani musicali, grazie al server multimediale DLNA o UPnP integrato ed inoltre permette di effettuare il backup di un sistema Mac grazie alla funzione Apple Time Machine.

La velocità di trasferimento dati è sicuramente uno dei punti di forza di questo prodotto che, infatti, può raggiungere i 76MB/s grazie al collegamento a 1Gbit/s.

Riportiamo di seguito la tabella delle specifiche e la tabella delle funzionalità, prese direttamente dal sito del produttore.

03_bufnas_specifiche   04_bufnas_features

 

 


Box & bundle

BOX

Dopo aver riassunto velocemente le caratteristiche del NAS nipponico passiamo alla descrizione fisica del medesimo, partendo, ovviamente, dalla confezione per poi passare al suo contenuto.

La scatola si presenta, a differenza del QNAP TS-259 Pro+ recensito il mese scorso, colorata e ricca di informazioni sul prodotto  che permettono all’utente  un acquisto mirato e sicuro.

Sulla parte frontale possiamo notare, oltre al disegno del prodotto stesso, quella che è la  caratteristica peculiari di questa categoria di dispositivi, ovvero la possibilità di condividere informazioni e dati tra apparecchi di diversa natura, come televisori, pc e dispositivi mobile quali iPhone e iPad.

Altro aspetto sottolineato è la frequenza del processore a 1.6 GHz e la presenza di una connessione Gigabit LAN.

05_bufnas_box_front

Ruotiamo la confezione e troviamo tutte le informazioni che ci servono illustrate da grafici e schemi, oltre che le performance descritte sette lingue differenti tra cui l’italiano.

06_bufnas_box_back   06a_bufnas_box_back2

Il lato destro della confezione riporta le specifiche tecniche del prodotto oltre che una sua immagine.

07_bufnas_box_side1

Il lato opposto, invece, ne descrive le features, oltre che riportare la dimensione dell’hard disk presente al suo interno.

08_bufnas_box_side2

Nella parte superiore è presente il codice a barre oltre che il nome del prodotto riportato sopra la fotografia.

09_bufnas_box_top

BUNDLE

Apriamo la scatola del LinkStation Pro, notiamo che all’interno vi è un cartone sagomanto che protegge il Nas da eventuali urti e gli impedisce qualsiasi movimento durante il trasporto.

10_bufnas_box_open1

Estraiamo il contenuto della confezione, ecco cosa troviamo:

  • NAS LinkStation Pro 1Tb
  • Cd di installazione software
  • Cavo ethernet di 2 metri
  • Trasformatore con cavo lungo 1.5metri circa
  • Adattatori trasformatore per reti elettriche.

 

11_bufnas_box_bundle   12_bufnas_bundle_trasf

 

 


LinkStation Pro: descrizione

Il Buffalo LinkStation Pro presenta delle forme molto gradevoli e arrotondate, aspetto che lo rende piacevole alla vista.

La superficie è completamente liscia e di color nero lucido, colore che fa risaltare immediatamente tutte le impronte lasciate dal contatto con le dita.

La parte frontale, arrotondata, presenta una linea argentata e soli due led di controllo, uno nella parte superiore e uno sottostante alla scritta “function”.

13_bufnas_nas_front

 

Il top è caratterizzato  da una serie di fori che permettono l’uscita dell’aria calda che si crea internamente durante il funzionamento che è prodotta principalmente dall’unità di storage posta all’interno e dalla CPU.

Inoltre possiamo trovare una vite che una volta svitata permette la rimozione della ventola di raffreddamento interna che provvede a convogliare aria forzata fredda all’interno dell’unità. La rimozione della ventola avviene tramite l’apertura di uno sportellino posto sul fianco sinistro dell’unità.

14_bufnas_nas_top   15_bufnas_nas_fan

Il lato destro presenta una scritta incisa che riporta il nome della ditta.

16_bufnas_nas_sider

Sul lato inferiore del prodotto troviamo degli altri fori sempre atti alla circolazione dell’aria; inoltre troviamo anche una serie di etichette che ci permettono di ricavare informazioni sul prodotto come ad esempio il consumo ed altre informazioni elettriche.

17_bufnas_nas_down

Osservando la parte posteriore del LinkStation Pro possiamo trovare la porta LAN 10/100/1000, una porta in ingresso USB 2.0 per collegare stampanti o unità di storage esterne, lo switch di accensione e l’ingresso per l’alimentazione.

Notiamo che non è presente una porta USB in uscita, il che ci fa notare che non è possibile collegare questo prodotto ad un computer per effettuare il trasferimento dati come su una classica unità di storage esterna.

Sempre sul retro troviamo un’etichetta che riporta il MAC address del prodotto.

18_bufnas_nas_back

 


LinkStation Pro: installazione & accesso

 

Dopo aver descritto l'estetica del NAS giapponese è arrivato il momento di collegarlo alla rete e installare il software corredato.

Colleghiamo il LinkStation Pro ad uno swich Edimax sprovvisto di supporto Gigabit, questo fattore rallenterà la banda di trasferimento dati che potrebbe, secondo quanto dichiarato dal produttore, raggiungere i 76MB/s.

Inseriamo il cd e ci troviamo immediatamente di fronte alla schermata di installazione del software di gestione del NAS.

19_bufnas_setup1

L'installazione è molto rapida e viene conclusa in fretta.

20_bufnas_setup2

Avviamo NASNavigator2, il software di gestione che rileva automaticamente l'unità presente in rete, fornendoci informazioni quali ad esempio l'indirizzo IP.

Attraverso il tasto “sfoglia” è possibile accedere alla periferica.

21_bufnas_navig1

Apriamo il browser e inseriamo l'indirizzo IP del NAS per poter accedere al gestore e impostare i parametri.

Effettuiamo il login e accediamo alle impostazioni del LinkStation Pro.

22_bufnas_config1

 


LinkStation Pro: configurazione

Una volta effettuato l'accesso ci troviamo immediatamente di fronte alla schermata di gestione impostazioni.

SHARED FOLDERS

In questa sezione possiamo gestire le cartelle condivise in rete, creandole o eliminandole.

23_bufnas_settingfolders1

Selezionando “Create Folder” veniamo reindirizzati ad una pagina dove è possibile gestire le credenziali della cartella da creare, permettendo all'utente di decidere se fare una cartella di sola lettura o di lettura/scrittura ed inoltre è possibile selezionare quali servizi abilitare.

24_bufnas_settingfolders1a

 

USERS/GROUPS

In questa schermata è possibile gestire utenti e gruppi di utenti, modificandone le credenziali e selezionando le cartelle alle quali è possibile farli accedere.

24_bufnas_usergroups1

Selezionando “Create User” possiamo creare un utente ed impostare una password personale e univoca.

25_bufnas_usergroups1a

Spostandoci nella subsession groups possiamo visualizzare e gestire le credenziali degli utenti.

26_bufnas_usergroups2

Se vogliamo creare un nuovo gruppo facciamo click su “Create Group” ed entriamo nella apposita schermata.

Ora possiamo dare un nome al nostro gruppo e selezionare quali utenti possono farne parte.

27_bufnas_usergroups2a

NETWORK

Passiamo alla sezione “Network”; la prima sotto sezione che troviamo è “Settings”.

In questa sub session vengono riassunti i parametri di connessione come Indirizzo IP e Subnet Mask.

Attraverso il tasto “Modifica” possiamo impostare manualmente queste impostazioni e disabilitare il DHCP che si occupa di settare automaticamente l'ìndirizzo IP.

28_bufnas_network_setting

La seconda sottosezione è “Workgroup/Domain” dove sono riportate le informazioni riguardanti il gruppo di lavoro all'interno del quale è inserito il NAS.

29_bufnas_network_wkdomain1   30_bufnas_network_wkdomain2

31_bufnas_network_wkdomain3   32_bufnas_network_wkdomain4

Selezionando “MySQL Server” possiamo decidere quale porta assegnare a questa funzione o addirittura disabilitarla.

33_bufnas_network_mysql1   34_bufnas_network_mysql2

SYSTEM

Un'altra macro-sezione importante è “System”.

La prima sottosezione che incontriamo è “Setting” dove abbiamo la possibilità di impostare ora, data e lingua.

35_bufnas_system_setting

in “Storage” troviamo le informazioni riguardanti l'hard disk interno, dandoci la possibilità di effettuare una formattazione.

36_bufnas_system_storage

Nella sezione “Backup” possiamo programmare un salvataggio automatico dei dati all'interno del NAS.

 

37_bufnas_system_backup1   38_bufnas_system_backup2

 

Nella schermata “Maintenance” possiamo riavviare il LinkStation Pro e impostare la notifica tramite email.

39_bufnas_system_maintenaince1   40_bufnas_system_maintenaince2

Passiamo a “Power Management”;  in questa sezione possiamo impostare un timer automatico che abilita lo Sleep Mode del NAS oppure verificare il collegamento del LinkStation Pro con un UPS per garantire attività anche in assenza temporanea di corrente elettrica; una soluzione simile permette di evitare una eventuale perdita di dati in caso di mancanza di corrente durante un trasferimento dati.

41_bufnas_system_powerm1   42_bufnas_system_powerm2

Selezionando “Restore/Erase” abbiamo la possibilità di reimpostare le impostazioni di fabbrica o formattare l'hard disk presente all'interno del Network Attacched Storage.

43_bufnas_system_restorepass

EXTENSIONS

Nella categoria “Extensions” possiamo scegliere quali servizi server attivare e impostare.

La prima sezione è “WebAccess”; La schermata ci mostra quali cartelle sono presenti sul NAS e le credenziali assegnategli.

Possiamo abilitare l'accesso tramite WebServer.

44_bufnas_extensions_webaccess   45_bufnas_extensions_webaccess1

La sezione “Media Server” permette di abilitare la funzione di condivisione e utilizzo dei file multimediali attraverso console e periferiche multimediali connesse alla rete, utilizzando il protocollo UpnP.

46_bufnas_extensions_mediaserver1   47_bufnas_extensions_mediaserver2

Nella sottosezione “Print Server” possiamo condividere una stampante in rete.

48_bufnas_extensions_printserver

Se utilizziamo BitTorrent per effettuare i download dal web, possiamo tramite “BitTorrent”, una sezione nella categoria Extensions, impostare una cartella a nostra scelta adibita ad ospitare i file scaricati tramite questo protocollo.

49_bufnas_extensions_bittorrent1   50_bufnas_extensions_bittorrent2

Se siamo utenti Apple ed utilizziamo un Mac, la funzione “Time Machine” ci permette di effettuare il backup  del nostro sistema.

Inseriamo il MAC Address del nostro Mac per effettuare il backup.

51_bufnas_extensions_timemachine

 


LinkStation Pro: test

Dopo aver descritto le configurazioni disponibili per il LinkStation Pro passiamo al test.

Il NAS è stato collegato ad uno swich 5 porte Edimax ES-3205P da 100Mbit il quale restringe la banda di trasferimento dati del LinkStation Pro; infatti il prodotto di casa Buffalo può lavorare a 1Gigabit.

I test sono stati effettuati utilizzando il software “Dummyfilegen”, software in grado di creare file “vuoti” delle dimensioni che preferiamo.

Una volta creati i file di dimensioni  diverse (100MB, 500MB,1GB, 1.5GB e 2GB) abbiamo effettuato l'upload e il download dal NAS al nostro computer tramite il protocollo FTP e Samba (SMB).

TRANSFER DATA UPLOAD

I grafici sottostanti mostrano come la velocità di trasferimento dati dal PC al NAS è sensibilmente superiore utilizzando il protocollo FTP rispetto a Samba.

52_bufnas_upload_time   53_bufnas_upload_mbs

Ricordiamo che la banda è limitata a 100Mbit dallo switch Edimax ES-3205P.

 

TRANSFER DATA DOWNLOAD

Anche in questo caso il protocollo FTP si dimostra più veloce rispetto a quello SMB, stabilizzando la velocità di trasmissione a circa 11 MB/s.

54_bufnas_download_time   55_bufnas_download_mbs

Ricordiamo che la banda è limitata a 100Mbit dallo switch Edimax ES-3205P.

 

ATTO DISK

Un ulteriore test è stato effettuato utilizzando il software Atto Disk, celebre programma di benchmark per unità di storage.

Per effettuare il test tramite questo software abbiamo abilitato l'unità in “Risorse del computer” selezionando l'opzione “Connetti unità di rete”.

56_bufnas_attodisk

L'immagine mostra un transfer rate superiore a 11 MB/s, saturando completamente la banda disponibile in una connessione a 100Mbit.

 


Conclusioni

argento

 

Prestazioni : 3,5 stelle
Rapporto qualità/prezzo: 3,5 stelle
Complessivo : 3,5 stelle


Il LinkStation Pro di Buffalo si è dimostrato un buon prodotto caratterizzato soprattutto da un buon aspetto estetico e dalla connessione LAN ad 1 Gbit, oltre che a fornire già una unità di storage integrata da 1 Terabyte.

La configurazione del prodotto, l’installazione del software di gestione e l’uso, si sono rivelati molto intuitivi e veloci, adatta anche ad utenti meno esperti.

Un aspetto negativo che dobbiamo marcare è l'impossibilità di collegare il NAS ad un computer tramite porta USB 2.0/3.0; funzione presente in molte soluzione più economiche. Questa rappresenta davvero una grossa mancanza da parte del produttore ed avremmo ovviamente gradico la sua presenza.

Il prezzo di 209€ è, a nostro avviso, un pò elevato per tale soluzione anche se la qualità costruttiva e le prestazioni elevate giustificano in parte tale costo.

Il LinkStation Pro è disponibile nelle versioni da 1TB e 2 TB, acquistabile presso i rivenditori autorizzati, elenco disponibile sul sito ufficiale del produttore.

Link al sito ufficiale del produttore: www.buffalo-technology.com

Pro:

  • Facilità di configurazione
  • Hard Disk integrato
  • Linea elegante e piacevole
  • Ottime Prestazioni

Contro:

  • Nessuna USB out
  • Prezzo elevato

Ringraziamo Buffalo per il sample fornitoci.

Angelo Ciardiello

XtremeHardware Staff